Manuale MSD di Geriatria > Patologie dermatologiche e degli organi di senso

SEZIONE 15

15. PATOLOGIE DERMATOLOGICHE
E DEGLI ORGANI DI SENSO

130

MALATTIE DI NASO E GOLA

SINUSITE

Si tratta di una flogosi dei seni paranasali da infezioni virali, batteriche o infezioni micotiche o reazioni allergiche.

La maggior parte delle sinusiti inizia prima della tarda età, comunemente nei pazienti con disturbi della mucosa respiratoria. Nei pazienti con rinosinusite allergica di lunga durata, i sintomi generalmente regrediscono con l’età. Nondimeno, la sinusite è frequente negli anziani. Le cause includono infezioni dentarie, l’ostruzione dovuta a un polipo nasale e le infezioni del tratto respiratorio superiore. Nell’anziano, una causa comune di sinusite acuta è la zaffatura con garze usata per il trattamento dell’epistassi.

Sintomi, segni e diagnosi

I sintomi sono simili nelle persone anziane e giovani. L’area sopra il seno affetto può essere dolente ed edematosa. Si può osservare dolore facciale in varie sedi a seconda di quale seno sia affetto. I pazienti riferiscono congestione e possono avere un respiro non buono, un senso generale di malessere, nonché rinorrea purulenta. La mucosa affetta è rossa ed edematosa e può essere presente un essudato purulento. Febbre e brividi suggeriscono che l’infezione si è diffusa oltre i seni. Una secrezione nasale maleodorante e purulenta suggerisce un ascesso radicolare dentale che si è rotto in un seno mascellare.

Se un paziente ha una tumefazione nasale o della guancia, ostruzione nasale unilaterale o bilaterale e secrezione ematica o purulenta, la causa può essere una neoplasia nasale o del seno paranasale piuttosto che la sinusite. Dovrebbe essere eseguita una radiografia dei seni paranasali e, se indicato, anche un prelievo bioptico.

Il seno interessato si manifesta opaco ai raggi X, ma la TC fornisce una definizione migliore dell’estensione e del grado di sinusite. Se il seno mascellare è interessato, le radiografie dei denti potrebbero essere necessarie per escludere ascessi radicolari dentali. Se è presente un ascesso, il dente interessato potrebbe richiedere l’estrazione.

Trattamento

Il trattamento mira a migliorare il drenaggio e a controllare l’infezione. L’inalazione di vapore (p. es., durante una doccia calda), l’uso di un lavaggio nasale con soluzione salina, il soffiare il naso e bere da 6 a 8 bicchieri d’acqua al giorno, possono aiutare. Vasocostrittori topici (p. es., fenilefrina, ossimetazolina) usati sotto forma di spray nasale possono alleviare la congestione, ma non vanno usati > 7 gg. Vasocostrittori sistemici (p. es., pseudoefedrina) sono meno efficaci, possono dare effetti collaterali nell’anziano e devono essere evitati.

Gli antibiotici devono essere somministrati per un minimo di 10-12 gg, se si sospetta una sinusite batterica acuta. L’antibiotico iniziale di elezione è l’amoxicillina con o senza acido clavulanico; in alternativa, si possono usare la claritromicina, l’azitromicind o la cefuroxima. Per la sinusite cronica deve essere usato un antibiotico a largo spettro per le forme acute. La terapia antibiotica, abitualmente, è efficace. In caso contrario, può essere necessario un drenaggio chirurgico.