diabete

MSD è in prima linea nella lotta al diabete di tipo 2 sviluppando e commercializzando importanti e innovative opzioni terapeutiche come per esempio la prima molecola, appartenente alla classe dei farmaci orali, denominati DPP-4 inibitori che agiscono attraverso il sistema delle incretine.

Il diabete rappresenta una delle malattie croniche a più rapida crescita e, a causa della sua incidenza molto alta, è considerata una delle priorità della sanità pubblica. Circa 3 milioni 600 mila italiani ne sono affetti ,circa 1 persona su 16, ma solo 1 su tre è adeguatamente controllata.  Il diabete è la sesta causa di morte in tutto il pianeta  e, secondo recenti dati ISTAT, l’ottava in Italia, con una incidenza maggiore rispetto alle principali patologie tumorali.

L’impegno di MSD nella lotta al diabete è per questo continuo attraverso la ricerca e lo sviluppo di nuove molecole che possano aiutare i pazienti a migliorare il controllo della malattia e delle sue complicanze e la loro qualità di vita.

In questa direzione si colloca la recente introduzione sul mercato di una nuova molecola appartenente alla classe degli vanno gli inibitori di SGLT2 (cotrasportatore sodio-glucosio di tipo 2), la più recente classe di farmaci anti-diabete disponibile sul mercato, che migliorano il controllo della glicemia nei pazienti con diabete di tipo 2 con un meccanismo d’azione del tutto indipendente dall’insulina perché inibiscono il riassorbimento del glucosio a livello renale e riducono la soglia renale di escrezione del glucosio.