malattie-cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari rappresentano oggi la principale causa di decessi al mondo. Coronaropatia, ictus e diabete uccidono ogni anno milioni di Persone. Il nostro impegno contro le malattie coronariche quali infarto, angina pectoris e dolore toracico, contro I’ictus e lo scompenso cardiaco è iniziato negli anni ’50 e continua ancora oggi. In un periodo in cui altre importanti aziende spostano la loro attenzione da quest’area terapeutica, l’impegno di MSD nei confronti della salute cardiovascolare continua ad aumentare. Anche per questa ragione alla nostra Azienda è stato attribuito il prestigioso premio di “Miglior Pipeline Cardiovascolare” dalla rivista statunitense R&D Directions, proprio in virtù delle promettenti molecole in fase III di sperimentazione.

Ipercolesterolemia

Alti livelli di colesterolo nel sangue sono associati a un maggiore rischio di incorrere in pericolosi eventi cardiovascolari. Le attività di Ricerca e Sviluppo in quest’area sono parte del nostro DNA: a partire dagli anni ’70, con i primi agenti in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, fino ai giorni nostri, con farmaci innovativi che hanno scritto la storia della terapia delle dislipidemie, come il primo inibitore del colesterolo a livello intestinale, premiato nel 2006 con il prestigioso Premio Galeno per l’innovazione farmaceutica.

I risultati di un importante studio internazionale (IMPROVE IT) condotto su 18.000 pazienti hanno dimostrato per la prima volta come questa terapia non statinica riduca significativamente gli eventi cardiovascolari nei pazienti con sindrome coronarica acuta.

Ipertensione

L’ipertensione arteriosa rappresenta una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, ma molte Persone che ne soffrono ignorano di avere la pressione alta e, in molti casi, scoprono di essere ipertese solamente durante una visita medica di controllo. Inoltre, tra coloro che ne sono invece consapevoli, solo il 25% riesce a raggiungere i valori raccomandati di pressione arteriosa.

In passato si pensava che l’ipertensione fosse legata all’invecchiamento, oggi invece sappiamo che non è così e che l’ipertensione non risparmia giovani e giovanissimi. Molti sono i fattori che concorrono alla sviluppo di tale patologia: fattori genetici, età, dieta, vita sedentaria ma anche fumo, abuso di alcol e stress.

Da sempre MSD è vicina ai suoi pazienti:i nostri prodotti della classe dei sartani e degli ACE-inibitori possono assicurare una terapia completa, coniugando la diminuzione pressoria con una protezione degli organi a 360°. Non vogliamo solo ripristinare i normali valori pressori, ma anche migliorare la loro qualità di vita.

Ipertensione polmonare

Spossatezza, affanno e svenimenti sono alcuni dei sintomi di una malattia rara e poco conosciuta dei vasi sanguigni dei polmoni nota come Ipertensione Polmonare (IP).

In questa patologia i vasi polmonari sono in gran parte ostruiti per un ispessimento della parete e per la coagulazione del sangue al loro interno, causando una severa riduzione dell’albero vascolare polmonare e un enorme aumento della resistenza al flusso di sangue. Di conseguenza, la parte destra del cuore si adatta con difficoltà all’aumentato carico lavorativo, tende a dilatarsi e può non essere in grado di pompare una adeguata quantità di sangue nel circolo polmonare. I sintomi sono aspecifici, e frequentemente la diagnosi viene fatta tardivamente quando il paziente è fortemente limitato nelle sue attività quotidiane.

Negli ultimi anni l’introduzione di farmaci innovativi ha permesso a questi pazienti – la cui unica speranza rimaneva il trapianto polmonare o cuore-polmone – di migliorare la propria qualità di vita e allungare la sopravvivenza.

A partire dal 2016, MSD è impegnata a sostegno dei pazienti con Ipertensione Polmonare grazie al primo di una nuova classe di agenti noti come stimolatori della guanilato ciclasi solubile (sGC) che rappresenta, per medici e pazienti, un’ulteriore opzione terapeutica indicata per il trattamento di questa patologia nelle sue due forme conosciute come PAH (Ipertensione Arteriosa polmonare) e CTEPH (Ipertensione Polmonare Trombo- embolica Cronica).

Migliorare la qualità di vita dei pazienti continua ad essere la Mission MSD anche in questa nuova area.