oncologia

L’oncologia rappresenta per MSD un’area terapeutica di primaria importanza e ciò che guida il nostro lavoro di ogni giorno è la volontà di rendere disponibili innovazioni terapeutiche per prolungare e migliorare la vita delle Persone che, in tutto il mondo, convivono con una diagnosi di tumore.

Questa visione ci porta ad essere costantemente impegnati in programmi mirati con l’obiettivo di identificare terapie che rappresentino un valore concreto sia per i singoli pazienti che per la sanità pubblica in generale; una generazione di valore che incarna la vera missione della nostra azienda.

Il tumore, infatti, continua a rappresentare una delle esigenze mediche insoddisfatte più urgenti.

I nostri incessanti sforzi nella ricerca ci hanno portato, in questi ultimi anni, ad essere all’avanguardia di una scienza visionaria in grado di cambiare i paradigmi di cura del cancro: l’immuno-oncologia.

Nei laboratori MSD, infatti, è stato sviluppato un anticorpo monoclonale anti PD-1, che è stato il primo di questa classe a essere approvato dalla Food & Drug Administration (FDA) statunitense per il trattamento del melanoma avanzato.

Questa innovativa terapia immuno-oncologica è stata designata dall’ FDA quale “breakthrough therapy” per ben 14 volte e, alla fine del 2015 è stata insignita, negli Stati Uniti e in Italia, del Premio Galeno, che rappresenta l’equivalente del Premio Nobel per il settore farmaceutico ed il più alto tributo alla ricerca e allo sviluppo in questo campo.

Attualmente questa molecola è studiata su circa 30 diverse tipologie di tumore in oltre 1000 studi clinici.

L’impegno di MSD in oncologia si estende oltre i confini dell’immuno-oncologia, includendo altre molecole con diversi meccanismi d’azione.

MSD ha avviato una collaborazione strategica con AstraZeneca, a livello globale, per il co-sviluppo e la co-commercializzazione di un innovativo PARP inibitore.

Questa molecola è attualmente in fase di sviluppo in numerosi tipi di tumore.

Un’ulteriore collaborazione strategica tra MSD e EISAI, a livello mondiale, permetterà il co-sviluppo e la co-promozione di un inibitore delle tirosinchinasi di nuova generazione.

EISAI e MSD svilupperanno e commercializzeranno congiuntamente questo nuovo farmaco sia in monoterapia che in combinazione.

Inoltre, MSD rende disponibile un farmaco biosimilare anti HER2 per il trattamento di tumori caratterizzati dall’iper-espressione del recettore HER2.