Obiettivo 100% energie rinnovabili con 15 anni di anticipo. Siglati 3 accordi per l’acquisto di energia elettrica virtuale (VPPA)

Roma, 29 aprile 2021- MSD, nota in USA e Canada come Merck (NYSE: MRK), ha annunciato l’obiettivo ambizioso di raggiungere la Carbon Neutrality entro il 2025 (per quanto riguarda le emissioni di tipo 1-2)1 e una riduzione del 30% nelle emissioni legate alla propria catena del valore entro il 2030 (emissioni di tipo 3).1

Tali obiettivi rispecchiano l’impegno di MSD nel prevenire gli impatti negativi sul cambiamento climatico e supportano lo sforzo globale di rispettare gli impegni presi con gli accordi di Parigi riguardo alla riduzione della domanda di energia e delle emissioni di gas serra (GHG).

MSD raggiungerà la Carbon Neutrality attraverso l’introduzione di tecnologie innovative volte ad aumentare l’efficienza e ridurre le emissioni di CO2, di standard per la sostenibilità degli edifici e di soluzioni per abbandonare progressivamente i combustibili fossili.

 “ Gli sforzi compiuti a livello globale per combattere il cambiamento climatico sono essenziali per tutelare la Salute sul nostro pianeta – ha dichiarato Robert Davis, Presidente di MSD. “I nuovi obiettivi che ci siamo dati in termini di sostenibilità riflettono il nostro impegno nell’operare responsabilmente e ci guideranno nel mettere in pratica la sostenibilità a lungo termine del nostro business, all’interno della nostra organizzazione e nell’interesse dei pazienti e delle comunità che serviamo”.

MSD ambisce inoltre ad anticipare di 15 anni il raggiungimento dei propri obiettivi di sostenibilità precedentemente fissati al 2040. Secondo tali obiettivi, il 100% dell’energia elettrica necessaria al sostentamento dell’organizzazione dovrà provenire da fonti rinnovabili. A questo proposito, MSD ha firmato 3 accordi per l’acquisto di energia elettrica virtuale (VPPA) tramite infrastrutture localizzate in Texas (USA) e in Spagna. Questi progetti copriranno circa il 35% delle emissioni di MSD legate all’acquisto di energia, attraverso l’aggiunta di 145 megawatt di energia solare ed eolica.

Al fine di tagliare del 30% le emissioni associate alla propria catena del valore entro il 2030, MSD continuerà a lavorare con i fornitori per promuovere nuove opportunità di ricorrere a fonti di energia rinnovabili e per implementare ulteriori strategie finalizzate alla contrazione delle emissioni di gas serra.

MSD vanta un impegno di lungo corso nella sostenibilità, che oggi si rinnova, rendendo ancora più ambiziosi gli obiettivi  già stabiliti nel 2017 per efficientare i processi e minimizzare l’impatto ambientale diretto e della propria value chain.

Per saperne di più riguardo all’impegno di MSD, visitare MSD’s Corporate Responsibility Report.


1 Le emissioni di tipo 1  sono le emissioni dirette di gas serra (GHG) provenienti da fonti di proprietà o controllate dall’organizzazione  (es. stabilimenti, veicoli, ecc..)
Le emissioni di tipo 2 sono emissioni di gas serra associate all’acquisto di elettricità, combustibili, ecc…
Le emissioni di tipo 3 sono prodotte da asset non di proprietà o controllate dall’organizzazione ma sulla cui value chain l’organizzazione ha un impatto