Notizie

MSD e Ridgeback Biotherapeutics annunciano un accordo di fornitura con UNICEF per l’assegnazione di 3 milioni di cicli del nostro farmaco sperimentale orale antivirale per COVID-19.

Merck, nota come MSD al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, e Ridgeback Biotherapeutics hanno annunciato oggi la firma di un accordo di fornitura a lungo termine con il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) per facilitare un ampio accesso globale a molnupiravir, farmaco sperimentale antivirale orale per la COVID-19.

26/01/2022

Condividi

article hero thumbnail

In base all’accordo, MSD assegnerà fino a 3 milioni di cicli di molnupiravir all’UNICEF durante la prima metà del 2022 per la distribuzione in oltre 100 paesi a basso e medio reddito a seguito di autorizzazioni delle autorità regolatorie. MSD sta sviluppando molnupiravir in collaborazione con Ridgeback Biotherapeutics ed è stato autorizzato per l’uso in più di 10 paesi, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Giappone e Taiwan.

“Stiamo mantenendo il nostro impegno di rendere disponibile molnupiravir rapidamente e con equità. Grazie a questo accordo con l’UNICEF, milioni di pazienti in più di 100 paesi a basso e medio reddito avranno accesso a molnupiravir attraverso l’UNICEF e l’ACT Accelerator Therapeutics Partnership nella prima metà del 2022″, ha affermato Robert M. Davis, CEO di MSD “Sono orgoglioso del fatto che i pazienti in questi paesi a basso e medio reddito potranno accedere contemporaneamente alle stesse cure che hanno pazienti che risiedono in paesi a reddito più elevato”.

Per accelerare l’ampio accesso globale a molnupiravir, previe le opportune autorizzazioni e approvazioni, il contributo di MSD include investimenti a rischio per produrre milioni di cicli di terapia, la concessione di licenze volontarie ai produttori di generici e al Medicines Patent Pool per contribuire così a garantire forniture convenienti ma di qualità garantita in paesi in via di sviluppo e stipulando accordi di fornitura con governi e altre organizzazioni, compreso questo accordo con l’UNICEF.

“Come parte del nostro impegno per garantire l’accesso ai farmaci essenziali, abbiamo scelto MSD come nostro partner per molnupiravir in virtù del nostro impegno condiviso nel garantire una disponibilità globale e sostenibile. Molnupiravir, che può essere distribuito in modo efficiente nei paesi a basso e medio reddito, può svolgere un ruolo significativo negli sforzi globali per affrontare la pandemia”, ha affermato Wendy Holman, Amministratore Delegato di Ridgeback Biotherapeutics. “Siamo orgogliosi di questo accordo con l’UNICEF per aiutare ad affrontare le sfide e le disuguaglianze sanitarie globali, rendendo il molnupiravir accessibile ai pazienti di tutto il mondo”.


Accesso di molnupiravir a livello globale

L’accesso globale è stata una priorità per MSD e Ridgeback sin dall’avvio della partnership. Le aziende sono impegnate a fornire tempestivamente molnupiravir a livello globale attraverso il nostro approccio completo di supply e accesso, che include l’investimento a rischio di avviare la produzione di milioni di cicli di trattamento; prezzo differenziato nei paesi in base alla possibilità per i governi di finanziare la sanità; avvio di accordi di supply con i governi e la concessione di licenze volontarie a industrie di generici e al Medicines Patent Pool per produrre molnupiravir generico in più di 100 paesi a basso e medio reddito a seguito di autorizzazioni locali regolatorie o approvazioni.


Supply:

In anticipo rispetto alla conoscenza dei risultati dello studio MOVe-OUT e alla potenziale autorizzazione o approvazione regolatoria, MSD sta producendo molnupiravir a proprio rischio e ha prodotto 10 milioni di cicli terapeutici nel 2021 e prevede di produrne almeno 20 milioni nel 2022. Ad oggi MSD ha inviato il farmaco ad oltre 20 paesi; in paesi dove è già stato approvato o autorizzato, i pazienti hanno iniziato a ricevere il farmaco. In aggiunta alla supply da parte di aziende di generici cui è stata concessa la licenza, MSD ha sottoscritto un accordo con UNICEF per fornire fino a 3 milioni di trattamenti a paesi a basso e medio reddito nella prima metà del 2022.


Accordi anticipati di supply:

MSD ha sottoscritto un accordo di fornitura con il Governo USA secondo il quale l’azienda fornirà circa 3,1 milioni di cicli di trattamento di molnupiravir al Governo USA, sulla base di un accordo di utilizzo in emergenza (EUA) o approvazione dell’FDA. MSD ha sottoscritto accordi di fornitura e acquisto anticipato per molnupiravir con governi di oltre 30 paesi nel mondo tra i quali Australia, Canada, Corea, Giappone, Italia, Tailandia, UK e US in attesa dell’approvazione regolatoria ed è in discussione con tanti altri paesi. 

MSD intende implementare un approccio di pricing differenziato in base ai criteri di reddito della Banca mondiale che riflettono la relativa capacità dei paesi di finanziare la loro risposta di salute alla pandemia.

Licenze volontarie: Come parte del suo impegno ad un ampio accesso globale, MSD ha annunciato in precedenza di essere entrata in un accordo di licenza con il Medicines Patent Pool per aumentare l’accesso di molnupiravir nei paesi a basso e medio reddito. Inoltre, MSD in precedenza aveva annunciato che l’azienda aveva concluso degli accordi di licenza volontaria non esclusiva per molnupiravir con consolidate aziende di generici per accelerare la disponibilità di molnupiravir in più di 100 paesi a basso e medio reddito a seguito di approvazioni o autorizzazioni in emergenza da agenzie locali regolatorie.

MSD continua a discutere misure ulteriori e collaborazioni per accelerare un ampio accesso globale a molnupiravir.

Informazioni relative a molnupiravir


IT-NON-06285-W-01/2024

Next